Procedure concorsuali

Il diritto fallimentare e la gestione della crisi di un’impresa  sono stati negli ultimi anni oggetto di una rivoluzione copernicane: si sa la crisi finanziaria che ha investito il nostro sistema economico globale è stata, ed è tuttora, irrisolta, devastante, e il nostro legislatore, pur cantando di notte , come la civetta di Hegel, il quale per l’appunto criticava la legge che arriva sempre tardi, ha cercato di predisporre degli strumenti per potervi far fronte. Strumenti abbozzati, molte volte rimaneggiati, certo migliorabili, poiché frutto di una legislazione di corsa, ma comunque strumenti validi che possono offrire oggi a un’impresa l’opportunità di rimanere nel mercato, piuttosto che chiudere, con tutte le conseguenze conosciute, civili e molte volte anche penali.

Il concordato preventivo, con continuazione d’impresa o liquidatorio; il concordato prenotativo; la ristrutturazione dei debiti; il trust affiancato a una procedura per così dire principale; la gestione della crisi da sovraindebitamento, strumento pressoché sconosciuto ai più, nonostante la sua capacità d’impatto enorme considerata la sua accessibilità: dagli imprenditori sotto soglia, cioè che non possono fallire, ai consumatori per arrivare agli imprenditori agricoli.

Ecco, il cliente oggi deve tenere a mente tutti questi strumenti, che il nostro legislatore ha messo a disposizione dell’insolvente, e che lo studio Libra è in grado di consigliare, ritenuto il caso concreto, nella logica che risolvere una crisi, molte volte, più che subirla, significa semplicemente affrontarla.